Un suono metallico per rendere rumorose (e sicure) le auto elettriche

Le vetture a propulsione interamente elettrica sono destinate a essere una fetta decisamente importante di mercato, soprattutto nell’ottica delle energie rinnovabili, del rispetto per l’ambiente e dell’evoluzione tecnologica. Ma qualcosa che ha sempre frenato molti, e che ha sempre scosso l’opinione pubblica, è la loro estrema silenziosità. Come potersi rendere conto di un veicolo in avvicinamento, quando non lo si sente? Sia che si sia a bordo di un’altra automobile, sia che ci si trovi su una moto oppure a piedi, l’udito è un senso fondamentale per la nostra sicurezza stradale. Non stimolarlo in alcuna maniera può rivelarsi da un lato molto più quieto per l’inquinamento acustico, ma anche molto meno sicuro per la strada stessa. È a questo scopo che Nissan, leader del mercato con la vettura Leaf, sta preparando l’Approaching Vehicle Sound for Pedestrians (AVSP) che emette un suono metallico (pare che sia simile a quello delle navicelle spaziali dei film di fantascienza – tanto per dire quanto sembri davvero fantascientifico il mondo tecnologico in cui ci stiamo dirigendo) in prossimità di pedoni e ciclisti, riconosciuti grazie a un sistema di telecamera posizionata sul parabrezza. Il progetto eVADER, così viene denominato, è finanziato dall’Unione Europea, e ha già visto un prototipo del sistema montato proprio su una Nissan Leaf per essere presentato a diverse associazioni di ipovedenti, che hanno decretato il successo del dispositivo. Lo sviluppo del sistema vede Nissan in testa a un consorzio che riunisce, in questo frangente, alcune partnership decisamente di rilievo come Renault, Peugeot, Siemens Software e European Blind Union. Alla ricerca di un equilibrio tra abbassamento dell’inquinamento acustico e sicurezza per chi, in strada, si muove senza una carrozzeria attorno

Le vetture a propulsione interamente elettrica sono destinate a essere una fetta decisamente importante di mercato, soprattutto nell’ottica delle energie rinnovabili, del rispetto per l’ambiente e dell’evoluzione tecnologica. Ma qualcosa che ha sempre frenato molti, e che ha sempre scosso l’opinione pubblica, è la loro estrema silenziosità. Come potersi rendere conto di un veicolo in avvicinamento, quando non lo si sente? Sia che si sia a bordo di un’altra automobile, sia che ci si trovi su una moto oppure a piedi, l’udito è un senso fondamentale per la nostra sicurezza stradale. Non stimolarlo in alcuna maniera può rivelarsi da un lato molto più quieto per l’inquinamento acustico, ma anche molto meno sicuro per la strada stessa.

È a questo scopo che Nissan, leader del mercato con la vettura Leaf, sta preparando l’Approaching Vehicle Sound for Pedestrians (AVSP) che emette un suono metallico (pare che sia simile a quello delle navicelle spaziali dei film di fantascienza – tanto per dire quanto sembri davvero fantascientifico il mondo tecnologico in cui ci stiamo dirigendo) in prossimità di pedoni e ciclisti, riconosciuti grazie a un sistema di telecamera posizionata sul parabrezza. Il progetto eVADER, così viene denominato, è finanziato dall’Unione Europea, e ha già visto un prototipo del sistema montato proprio su una Nissan Leaf per essere presentato a diverse associazioni di ipovedenti, che hanno decretato il successo del dispositivo.

Lo sviluppo del sistema vede Nissan in testa a un consorzio che riunisce, in questo frangente, alcune partnership decisamente di rilievo come Renault, Peugeot, Siemens Software e European Blind Union. Alla ricerca di un equilibrio tra abbassamento dell’inquinamento acustico e sicurezza per chi, in strada, si muove senza una carrozzeria attorno

Share

Guarda anche...