Un avviso per la guida contromano? Non è poi così lontano

Si chiama wrong way driving warning, ed è un avviso per la guida contromano che Ford sta mettendo a punto: un allarme che interviene per la sicurezza dell’automobilista e di tutti gli occupanti altri della sede stradale. Attraverso i dati conservati nel navigatore satellitare della vettura, incrocia le informazioni che una telecamera frontale rileva dai cartelli lungo la strada, per comprendere autonomamente se il veicolo sta viaggiando in corretto senso di marcia o contromano. Qualora sia questo il caso, scatta un allarme sonoro abbinato a uno luminoso sul cruscotto, per richiamare al meglio l’attenzione di chi sta al volante.

Il sistema di controllo per la guida contromano è attualmente in sviluppo nella sede tedesca di Ford, e si prospetta come presente sulle auto del marchio già nel giro di un paio di anni. La prima implementazione dovrebbe essere fatta sulle vetture di Germania, Austria e Svizzera, e a seguire poi nel resto d’Europa. Il sistema si sta rivelando, nei test, immediatamente reattivo sulle rampe di superstrade e autostrade o per le uscite delle aree di servizio – punti particolarmente critici delle strade e grande viabilità. Considerando che, secondo le statistiche, questo genere di errore non ha particolari legami con la guida in stato di alterazione (da alcol o droghe), ma che può essere dettato da stanchezza, condizioni meteo che impediscono una corretta visuale della sede stradale (forte pioggia, nebbia) o scarsa illuminazione, non è una implementazione da ritenere superflua.

Torsten Wey, manager Chassis & Safety electronics di Ford Europa, accompagna con una nota:

La tecnologia offre già il suo potenziale nell’aiutare a rendere meno stressante la guida e i nostri investimenti nella ricerca e nello sviluppo stanno pagando e hanno permesso di accelerare l’innovazione e di espandere la nostra offerta di tecnologie di assistenza alla guida.

Per tutti gli altri, così come hanno preso sempre più piede e forma i sistemi di sensori di posteggio posteriori, perfettamente funzionanti tanto più quando scelti con il consiglio di un professionista, resta l’ausppicio che il sistema possa essere implementabile anche su vetture che non ne sono dotate di serie, all’occorrenza.

Share

Guarda anche...