Toyota Mirai e l’idrogeno affidabile

Cento mila chilometri percorsi da una Toyota. Di per sé non è una notizia, ma se a percorrerli in soli 107 giorni, in inverno e sulle strade quotidiane è la fuel cell  Mirai, allora il discorso cambia. E molto. Soprattutto se, durante la prova, la vettura  non ha accusato la minima defaillance.

Impegnata sull’asfalto (e la neve) attorno ad Amburgo nel corso dei mesi invernali, Toyota ha approntato e gestito questa prova di affidabilità, in collaborazione con KJH Tech Services. Iniziata il 21 settembre scorso,  la Mirai è stata guidata anche per 16 ore al giorno e con temperature fino a 20 gradi sottozero, quanto di più probante per batterie ed elettronica. Anche i serbatoi di idrogeno hanno avuto il loro bel daffare, con oltre 400 rifornimenti che hanno trasportato in totale oltre una tonnellata di carburante. Del tutto normali la sostituzione di una coppia di pastiglie freno all’anteriore e quella (due volte) del treno di pneumatici. Il 10 febbraio l’obiettivo dei 100.000 chilometri è stato centrato. Problemi tecnici, come scritto, zero.

Forte del lusinghiero esito di questa prova, Toyota si appresta a commercializzare la Mirai nei paesi scandinavi  nel corso dei prossimi mesi estivi. La Casa giapponese spera molto in questi mercati: in Norvegia soprattutto, dove le autorità governative concedono notevoli incentivi per le auto non inquinanti e dunque la diffusione delle elettriche non ha eguali in nessun’altra parte del mondo (Tesla docet). Da rilevare che stazioni di rifornimento d’idrogeno sono ancora pochissime ma il costruttore nipponico auspica un ampliamento della rete, già promesso dai governi di Norvegia e Svezia.

Attualmente venduta in in Giappone, California, Belgio, Danimarca, Germania e  Gran Bretangna, e una volta giunta in Scandinavia, sarà poi l’Olanda a vedere la Mirai nei saloni Toyota. Ovviamente nel nostro Paese di commercializzare quest’auto, in assenza di una rete quantomeno decente, non se ne parla. Nonostante le difficoltà infrastrutturali comuni a tanti paesi, Toyota prevede di vendere 30 mila Mirai da qui al 2020. Una goccia nell’oceano delle immatricolazioni. Ma pur sempre una stilla d’estrema efficienza.

cq5dam.web.650.600

Share

Guarda anche...