Super guardrail: chiama i soccorsi in caso di incidente

Un palo o un guardrail che chiama in automatico i soccorsi in caso di impatto: ecco che cosa fanno le installazioni intelligenti di SMA, in caso di impatto con sistemi di ritenuta o attenuatori da loro direttamente posizionati.  L’idea è dell’azienda SMA (acronimo di Safety Modular Absorber), che ripropone un sistema presentato nel 2016 e presente in diverse zone europee, ma lo implementa, migliorandone fortemente i tempi di risposta e dando in maniera diretta alle autorità di soccorso maggiori informazioni, grazie a un sistema video particolarmente sofisticato e integrato con numerosi sensori.

Gli ingegneri di Industry AMS, Giovanni Laudante e Vincenzo Musone, spiegano come Geronimo (il nome di produzione del sistema in questione) costituisca, magari proprio in forma di guardrail, un elemento dialogante con l’ambiente urbano:

Di ogni dispositivo possiamo controllare e gestire tutte le componenti, dai corpi illuminanti installati sul palo agli eventuali sensori aggiuntivi, da quelli di temperatura a quelli di umidità. Geronimo diventa così una vera e propria interfaccia con l’ambiente stradale, un punto di scambio di informazioni preziose tra contesto e gestione dell’esercizio. In primo luogo, però, la piattaforma ci consente di monitorare puntualmente le condizioni d’impiego del dispositivo: dal livello della batteria (power management) ai valori di tensione nel caso di alimentazione da rete elettrica al rendimento effettivo se è alimentato da un pannello solare.

Ormai ben sappiamo come, in campo di sicurezza stradale, serva guardare ogni aspetto: non solamente quelli inerenti alla vettura e allo status del conducente, ma anche alle condizioni ambientali. Un ulteriore intervento di questo genere potrebbe costituire un doppio controllo: laddove eventuali sistemi di chiamata automatica inseriti nella vettura, per un qualsiasi motivo, dovessero non funzionare, questi sensori offrono doppio canale di comunicazione.

Share

Guarda anche...