Solo 224 cm per la microcar Siticars Me

È davvero piccola, la microcar elettrica Siticars Me. Due posti, elettrica, e con la possibilità di scivolare facilmente nel traffico e guadagnarsi anche i posteggi impossibili alle vetture pur piccole, grazie ai suoi 224 cm (un metro di confronto lo si può avere dalla Panda, circa 365 cm). Se poi si aggiunge che la larghezza è di 129 cm si ottiene, in una vettura dalle linee squadrate, un cubaggio semplice da vedere e da muovere. La vetturetta inglese offre una bella maneggevolezza, con il suo cofano corto, parte posteriore verticale (con l’antico principio del “dove finisce il vetro, finisce anche la macchina”) e sbalzi ridotti (sono infatti solo da 12”, le ruote). Facile valutazione degli ingombri, quindi. E ci si può concedere persino di scegliere tra fascioni paracolpi verniciati o meno. Estetica a parte, 157 cm di altezza offrono un buono spazio interno, avendo anche ampi vetri e una buona luminosità.

Nemmeno a dirlo, Siticars Me non è fatta per l’autostrada. È disponibile con motore da 4,7 CV e velocità limitata a 45 km/h, in maniera da essere guidabile anche dai 14enni, oppure in quella da 10,2 CV e 78 km/h. Per quanto riguarda le batterie, sono disponibili due opzioni: piombo e litio. Nel primo caso, 120 Ah offrono una durata dichiarata di circa 120 km per la versione limitata e 90-100 km/h per l’altra. Servono però oltre ben 8 ore per ricaricarla. Le più costose e moderne batterie al litio (solo per la versione da 78km/h) offrono, in dichiarato, oltre 150 km di autonomia e ricariche da fare in 4-6 ore.

L’uso delle microcar è spesso controverso, date le dotazioni di sicurezza decisamente limitate rispetto anche alle più semplici citycar in commercio. E quando il costo potrebbe non essere particolarmente differente da una vettura classica (nella sua versione base, per esempio, per questa vetturetta si parte da circa 9.200 euro) la domanda che ci si fa è: ma ne vale davvero la pena?

Share

Guarda anche...