Rivoluzione Top Gear – le novità che non ti aspettavi

Finalmente la BBC comincia a scoprire le carte. Alcune fonti riferiscono che l’azienda televisiva di stato britannica ha finalmente scelto la squadra di presentatori per la nuova versione di “TOP GEAR”.

Questi i tre componenti: Philip Glenister, attore e stella di “Life on Mars”, il presentatore di Channel 4 e pilota “figlio di papà” Guy Martin, e la ex-modella Jodie Kidd. Non tragga in inganno la bella presenza femminile, in quanto la Kidd già presenta un programma motoristico sul Channel 5, il “Classic Cars Show” e, quale ospite a Top Gear. ha ottenuto uno dei tempi migliori durante il “giro in pista su auto economica”.

I responsabili della produzione sono stati costretti a ricercare un intero nuovo gruppo di presentatori dopo che, al licenziamento di Jeremy Clarkson causato dalla nota scazzottata con un produttore, i co-presentatori Richard Hammond e James May rifiutavano di firmare i contratti per la nuova stagione.

Il programma dunque apparirà naturalmente rivoluzionato; la BBC è così in fibrillazione che, secondo un tabloid inglese, uno degli autori del programma ha avuto una chiacchierata con Jay Kay dei Jamiroquai: ospite più volte del programma, oltre ad essere un cantante di fama mondiale, è noto per la sua passione motoristica (e per il suo smisurato garage).

I prossimi mesi saranno cruciali nella definizione di Top Gear e dunque per la BBC: essendo un pilastro (anche economico) della programmazione della TV di Sua Maestà, il cambiamento quasi epocale potrebbe rivelarsi un disastro o un inaspettata conferma. Pochi mesi e lo sapremo.

E il famigerato trio? Pare che Clarkson, Hammod e May siano stati visti insieme nei pressi del circuito di Goodwood; per qualche giorno avrebbero alloggiato da quelle parti, tant’è che sono stati avvistati anche in un pub a chiacchierare, oltre che a sorseggiare l’immancabile birra. E nelle ultime ore i rumors aumentano sempre più.

Ancora molti dubbi sui programmi futuri, una sola certezza: il prossimo anno televisivo di Albione non sarà noioso!

(via: www.telegraph.co.uk)

Share

Guarda anche...