PSA accelera sullo sviluppo della produzione 3D

Il gruppo PSA ha firmato un accordo preliminare per un partenariato strategico mirato a progetti di sviluppo congiunto con la californiana Divergent 3D.

Ai molti questo nome non suona granché familiare, ma l’azienda di Los Angeles è  all’avanguardia per la stampa 3D impiegando materiali metallici. Grazie alla sua piattaforma software e hardware, al know-how accumulato negli anni, la Divergent potrebbe contribuire a rivoluzionare la produzione industriale, trasformare radicalmente il modo di progettare e di realizzare (anche) le automobili. Obiettivo non meno importante, tale metodologia porterà benefici non solo per le casse delle aziende ma anche per l’ambiente, con un minor dispendio di risorse energetiche ed un ridotto inquinamento.

Proprio per queste motivazioni il gruppo PSA ha firmato un accordo preliminare con la Divergent 3D al fine di sviluppare un rapporto a lungo termine per sfruttare questa tecnologia, permettendo al gruppo francese di accelerare fortemente l’acquisizione delle conoscenze nel settore della produzione per stampa 3D. Carlos Tavares, il numero uno di PSA ha le idee chiarissime:

Siamo molto colpiti dalle nuove promettenti opportunità nella tecnologia di divergente 3D. Siamo convinti che questi progressi spettacolari in stampa 3D aiuteranno il gruppo PSA come leader nella produzione di automobili… dandoci la flessibilità quasi illimitata della realizzazione del prodotto e nel suo design. Stiamo parlando di un cambiamento radicale per la nostra industria. “

Finora la stampa 3D o, più correttamente, la tecnica di Additive Manufacturing è già utilizzata da molti anni nel settore automotive per programmi pilota su piccola scala, incentrati principalmente sullo sviluppo dei singoli componenti, e prevalentemente utilizzando materiali di tipo plastico. In questo caso, invece, Divergent e PSA mirano molto più in alto, tendendo a costruire intere automobili al contempo più leggere, strutturalmente ancor più sicure e in maniera – ça va sans dire – più economica.

Il gruppo PSA ha comunicato  che all’avvio della partnership – al momento non sono state comunicate date o termini finanziari, l’affare non è ancora vincolante- il primo polo a beneficiare dell’innovazione sarà il centro di ricerca di Velizy-Parigi, prima di essere impiegata per realizzare componenti e strutture complesse dell’autoveicolo. Ancora da comprendere come ciò impatterà sui posti di lavoro di produzione: su questo argomento il Gruppo francese ha semplicemente glissato…

divergent-3d-printed-metal-parts_100565104_l

Share

Guarda anche...