Mercato auto: boom in Europa a gennaio

Il mese di gennaio ha segnato un importante dato, per il mercato auto europeo: un impressionante +10.2% su base annua. Italia ( che fa segnare un +10,1%), Germania (arriva al +10,5%), Francia (ancora oltre, al +10,6%) e Spagna (top, con il +10,7%) trascinano i numeri e li fanno salire. Impressionante in particolar modo il dato del gruppo FCA, che nel complesso passa dal settimo al terzo  guadagna la seconda posizione, rispetto al mese di dicembre 2016. Un segnale importante, che rispetto a gennaio 2016 fa segnare un notevole +15%. Le quote di mercato vengono guadagnate, ma soprattutto sembra esserci ancora espansione.

In testa, le auto di VW. D’altronde si parla di singoli brand come Volkswagen, Audi, Skoda, Seat, Porsche, Peugeot, Citroen (e DS, che frena pesantemente da diverso tempo). Una quota di mercato importante in tutta Europa, che a partire dalla Germania ha marchi che, singolarmente, affondano le loro radici in tutto il vecchio continente. Segue Renault, che tra l’omonimo e Dacia resta alla seconda posizione, anche se con un distacco notevole dalle quote del gruppo tedesco. FCA mostra un’ottima prestazione: Fiat, Jeep, Lancia e Alfa Romeo creano una sinergia che, grazie al successo di quest’ultima, percentualmente ottiene risultati molto importanti. La crescita è attesa e con ottimi auspici per il futuro.

Certo, viene da sognare un po’. Alfa Romeo è molto prestazionale, Fiat ha la sua forza in Panda e 500, piccole utilitarie che in città spopolano non solo da noi, in particolar modo la seconda. L’anno 2017 sarà impegnativo, con le previsioni economiche ancora altalenanti e con un mercato estero, quello statunitense, che deve ancora interpretare la linea del nuovo presidente. Ma se il vecchio continente mostra i denti, allora la lotta potrebbe essere meno impari, e dare fiato a tutto il comparto anche nell’indotto, tra concessionarie e officine.

Share

Guarda anche...