Luci diurne, e il pericolo della circolazione a fari spenti

Capita sempre di più di vedere, in autostrada e in città, auto che circolano anche di notte con i fari spenti. Come mai, c’è un malcostume dilagante o siamo sempre più sbadati? Forse più la seconda che la prima. Con l’introduzione dell’obbligo delle luci diurne, inserite sulle vetture di nuove generazioni da ormai diversi anni, le luci diurne sono infatti le vecchie “luci di posizione” che si accendono all’accensione della vettura, ma a differenza di quelle di posizione, solo frontalmente. La targa e le luci posteriori non subiscono alcuna variazione. Fanno parte delle normative recepite dall’Europa, e sono un ausilio alla visibilità della vettura anche di giorno: chi ci precede vede meglio, grazie proprio alle luci, l’arrivo di una vettura alle proprie spalle.

Questo va però a creare non pochi disagi e distrazioni, sul lungo periodo… Infatti, capita di entrare in auto anche di sera, vedere il bagliore delle drl accese e pensare (erroneamente) che i fari siano accesi. No, per nulla, e l’errore è ancora più facile quando si è in città, con l’illuminazione stradale che non ci fa percepire la reale mancanza dell’accensione dei fari notturni. Eppure la differenza di illuminazione è importante, e ogni volta che si incontra una vettura che circola in bassa luminosità a fari spenti, ci si domanda: ma come si fa a non rendersene conto?

Ecco come: una normativa di sicurezza ci ha “disabituato” ad accendere le luci di posizione, e vedendo quel bagliore crediamo di averle accese già anche di sera. Errore umano, che però trasforma la nostra vettura in un vero pericolo, per gli altri e per noi stessi: non siamo visibili e comunque non riusciamo a vedere adeguatamente, col rischio di trovarci troppo velocemente in una curva o un lampione spento che rendono il tratto improvvisamente buio. E quel momento preso per accendere le luci, quasi d’improvviso, potrebbe essere una distrazione fatale: una buca o un pedone, invisibili senza fari accesi.

La soluzione sono i sensori crepuscolari, che in compenso creano problema in autostrada: le luci si accendono in galleria dopo alcuni secondi, automaticamente, ma non appena se ne esce, tornano a spegnersi: e si risulta comunque fuori dalle direttive del codice della strada – che, chiaramente, non ammette l’ignoranza di una legge come giustificazione alla violazione di una normativa vigente. E comunque, un periodico check up al veicolo, per controllare che tutto funzioni adeguatamente (chissà, magari potremmo anche avere qualche connettore allentato che, in compenso, non ci permette di accendere le luci) non è mai una cattiva idea.

Share

Guarda anche...