Le auto più vendute del mondo nel 2016

Il 2016 è stato un ottimo anno per il mercato auto in Italia, sia sulla movimentazione del nuovo che dell’usato. Non sono mancati nemmeno i brand in grado di ricreare situazioni di quote in positivo e di rilanciarsi sulla scena. Pensiamo ovviamente al caso di Alfa Romeo, che fa breccia anche nel cuore dei tedeschi con la nuova Giulia. Tanto che la vettura è in corsa per un prestigioso premio nel mondo dell’automobile, ovvero quello di Car of the Year. Ma nel mondo, fuori dal panorama italiano ed europeo, come è andato il 2016?

Le 20 auto più vendite nel mondo nel 2016

  1. Toyota Corolla
  2. Ford F-Series
  3. Volkswagen Golf
  4. Hyundai Elantra
  5. Honda CR-V
  6. Ford Focus
  7. Toyota RAV4
  8. Volkswagen Polo
  9. Honda Civic
  10. Toyota Camry
  11. Wuling Hongguang
  12. Chevrolet Silverado
  13. Hyundai Tucson
  14. Volkswagen Jetta
  15. Haval H6
  16. Ram Pick-up
  17. Volkswagen Lavida
  18. Toyota Hilux
  19. Volkswagen Passat
  20. Honda Accord

Una classifica eterogenea, che mostra come alcuni dei modelli top al mondo non siano però nemmeno importati in Europa (che resta “forte” di un parco auto a volte più datato, complice una rete di manutenzione che però permette di mantenere le vetture sempre al meglio). In testa resta l’inossidabile Toyota Corolla (che nel Vecchio Continente è presente solo in alcuni Paesi). Ford F-Series guadagna la seconda posizione grazie a un modello completamente rinnovato che ha fatto breccia nei mercati, mentre Volkswagen Golf tiene la terza posizione per il quarto anno di questa versione. Un’importante traguardo europeo, in una classifica che altrimenti vede ben poco proveniente dal nostro continente.

Gioca un importantissimo ruolo, in questo scenario, anche il crescente mercato cinese. Il boom non cessa (lo dimostra la presenza in classifica della Wuling Hongguang, monovolume di General Motors distribuita in Cina) e la richiesta di nuove vetture resta altissima, da quel lato. Un mercato particolare però, che in molti imprenditori occidentali devono ancora riuscire a interpretare completamente.

Share

Guarda anche...