Le auto più interessanti in arrivo nel 2019

Il 2019 sarà un anno importante, nel mondo dell’auto. Al momento si contano almeno una cinquantina di nuovi modelli e versioni, dei maggiori brand, in uscita nei prossimi 12 mesi. A farla da padrona è la mobilità elettrica, che triplicherà la propria offerta e allargherà quindi – almeno, in teoria – la platea degli interessati. Certo, in merito molto verrà giocato anche dalle strutture di ricarica,ma non mancheranno implementazioni anche in quella.

Non mancheranno comunque alimentazioni tradizionali e ibride, perché il passaggio sarà graduale e non costringerà, almeno al momento, ancora nessuno. Ma ampliare le gamme azero e minori emissioni sarà sicuramente un bel passo in avanti, a livello planetario. Diamo una scorsa ai principali modelli in uscita.

Audi si prepara al 2019 con A3 e A4, viste in giro solo mascherate. Due classiche da affiancare alla nuova e-Tron Sportback. BMW si arrende e passa anche sulla Serie 1,piccola sportiva, allo sviluppo più economico della trazione anteriore. Gli appassionati storcono il naso, ma il portafoglio comanda più del cuore. Con la Serie 3 invece si rinnovala berlina di lusso, già dai primi mesi dell’anno nuovo. La Grand Coupé poi è dedicata a chi segue più il cuore che il portafoglio, perché ci sarà da sborsare… E non poco.

Finalmente dovrebbe arrivare anche l’attesa Corvette C8. Vista mascherata al Nürburgring, promette bene anche come design “cattivo e ignorante”, ma non ci sono ancora sicurezze. Solo belle speranze. Illazioni sono invece quelle che si fanno in casa Ferrari con l’erede della 488, perché non si sa nemmeno il nome. Il ritorno del V6 dovrebbe avvenire al Salone di Francoforte.

Lexus si prepara a portare in Europa, dopo averla affermata già in USA e Asia anche la berlina ES, rimpiazzando la vecchia GS e quindi sistemandosi tra il top LS e la medium IS. Grandi ambizioni, da vedere se verranno rispettate. Anche Mazda ne nutre molte per Mazda3, che non ha solo le linee di una hatchback, ma vi aggiunge particolari di nitidezza e pulizia di superfici e linee. Non scherza nemmeno la McLaren 720S, capolavoro di design, aerodinamica, eleganza, sportività e… Fascino, innegabilmente. Si può essere campanilisti verso le auto italiane quanto si vuole, ma questa tedesca affascina chiunque.

D’altronde Mercedes, sorella della precedente nominata in molte competizioni sportive, ha un bel catalogo dal quale attingere per il 2019: CLA e GLB in testa, ma non si può certo dimenticare l’ambiziosa e possente GLS. Un Suv dalle dimensioni monumentali, con cinque metri di lunghezza destinati a gareggiare con BMW X7, quanto a lusso e imponenza. Contro la e-Tron invece viene schierata la EQC, destinata a dare vita a una intera gamma a zero emissioni. E non può certo mancare la Mini elettrica, che dopo anni di successi a benzina e diesel si converte e passa all’eco.

Porsche metterà in campo la nuova 911, la Cayenne Coupé (in lotta nella fetta di mercato con i suddetti suv formato transatlantico) e Taycan. Nemmeno a dirlo, andrà a batterie pure questa. Sempre a batterie, ci si aspetta non poco dalla Tesla Model 3, dopo tutte le sue vicissitudini. Toyota Yaris mantiene l’ibrido, e lo diventa anche la Corolla (fu Auris) mentre dall’album dei ricordi esce una vettura che tutti hanno guidato almeno una volta. Almeno nei videogiochi, s’intende. Parliamo della Toyota Supra (nell’immagine in alto, mascherata durante una prova in circuito), che condividerà telaio e motore con l’ultima BMW Z4.

E questa, lo sappiamo, non era che una panoramica di alcuni dei modelli in uscita. Ne vedremo altri, e sicuramente li studieremo meglio nel corso dell’anno.

Share

Guarda anche...