Il SUV si fa intelligente

Continua l’avvicinamento alla mobilità urbana a quattro ruote elettrica ed intelligente. La multinazionale ZF, poco tempo dopo l’acquisizione della TRW, torna a far parlare di sé presentando un veicolo a trazione elettrica, capace di effettuare manovre in un fazzoletto di asfalto ma soprattutto con soluzioni facilmente implementabili sui veicoli odierni.

Come? In maniera concettualmente semplice e, a dir la verità, neanche tanto originale. Denominata provocatoriamente SUV, la Smart Urban Vehicle di ZF è in pratica una comune utilitaria oggi in commercio “svuotata” del powertrain tradizionale (motore endotermico e trazione anteriore); il veicolo, equipaggiato con due motori elettrici da 40 kW ognuno, calettati sulle ruote posteriori e alimentati da tre moduli di batterie, raggiunge una velocità massima di 150 km/h.

Su tipo di batterie e capacità delle stesse l’azienda non ha fornito dettagli tecnici. Le ruote anteriori, svincolate dai collegamenti meccanici tipici delle normali vetture, sono capaci di ruotare di 75 gradi, permettendo all’auto di girare su sé stessa grazie anche alla trazione del tipo Torque Vectoring (applica la coppia a una delle due singole ruote posteriori), facilitando la rotazione del veicolo da fermo. Lo stesso sistema di controllo della coppia motrice al retrotreno permette di ottimizzare il comportamento dinamico del veicolo, consentendo una esperienza di guida piacevole e oltremodo sicura.

Oltre alle innovazioni elettro-meccaniche, il SUV di ZF presenta altre innovazioni. Il sistema Smart Parking Assist, ad esempio, grazie a dodici sensori a ultrasuoni e a due ad infrarossi sulla parte anteriore e posteriore della carrozzeria, permette di parcheggiare la vettura in automatico, sia in parallelo che a spina di pesce e la procedura può essere anche eseguita da remoto con un’app sullo smartphone o addirittura con uno smartwatch.

Altro sistema a bordo é il PreVision Cloud Assist, che registrando tutti i parametri di guida lungo un determinato percorso li riutilizza in un successivo viaggio lungo la stessa tratta, suggerendo lo stile di guida adatto per risparmiare energia. Queste ed altre informazioni sono fornite al conducente attraverso un display OLED posto nel campo visivo del conducente.

ZF ci ha mostrato cosa tecnologicamente si può fare in tempi brevi, saranno altrettanto brevi i tempi del debutto sul mercato?

Share

Guarda anche...