Il dopo-inverno: addio sporco e batteri, gli interni sono perfetti

Entra ed esci con scarpe bagnate, giacche umide di pioggia, ombrelli posati nel bagagliaio o per terra, nello spazio dei sedili posteriori. Aria chiusa, polvere che si accumula, inquinamento della città che si è fatto visibile in un velo opaco sul cruscotto. Come pulire e igienizzare l’auto dopo lo stress invernale? Con metodi e prodotti appositi, grazie anche alla consulenza di esperti del settore nella scelta degli stessi, o direttamente per tutte le procedure del caso.

Gli interni

L’unico modo per pulire davvero degli interni che sono stati provati da un duro inverno, non è quello di prodotti o lozioni, ma del lavaggio ad alta temperatura mediante vapore, abbinato a specifici detergenti. Il vapore e la pressione uccidono i batteri che possono essersi depositati e rimuovono eventuali macchie. Completando il tutto con l’applicazione di specifici protettivi, si ottengono interni come nuovi. Per intendersi, è il procedimento che viene fatto sulle auto usate, prima che vengano rivendute dalla concessionaria, per ripristinare al meglio gli interni della vettura,e offrirli ben puliti. Sicuramente questa è la parte più importante. Sulle tappezzerie degli interni viviamo, ci sediamo, e depositi di sporcizia possono significare anche accumulo di elementi dannosi, magari allergeni. Per questo, una periodica pulizia profonda e igienizzante degli interni è un’ottima cosa.

La polvere

Polvere di smog, polvere ferroviaria, terra che si deposita… Polvere,nelle sue mille possibili forme. Per rimuoverla ci si deve affidare alla fatica e all’aspirapolvere: occorre rimuovere tutto dal veicolo, tappetini compresi, e aspirare a terra e tra le pieghe dei sedili, senza dimenticare elementi come il tunnel centrale. Per parti come il cruscotto, panni catturapolvere sono una validissima soluzione, in maniera da non rischiare di rigare plastiche o verniciature. Se poi si desidera applicare prodotti per la conservazione delle plastiche e la cura delle tappezzerie (come i sedili in pelle) non c’è che l’imbarazzo della scelta. Nel dubbio, il consulto da un professionista è sempre la soluzione.

I vetri

Sempre valido quello che abbiamo detto qualche tempo fa, e se non lo si ricorda, eccolo qui.

Share

Guarda anche...