I numeri del 2016 di FCA in Italia

I dati della produzione 2016 degli stabilimenti di FCA raggiungono e oltrepassano quota 1 milione di vetture. Considerando anche i veicoli commerciali prodotti dall’impianto Sevel, non si raggiungeva questo livello di produzione nel nostro Paese dal 2008. Questo in sintesi i dati forniti dalle organizzazioni sindacali. Su dotcar già avevamo citato questo importante numero, ora è il momento di analizzarlo in dettaglio. E di scoprire qualche sorpresa.

In 4 anni i volumi degli impianti di FCA son cresciuti del 70%. L’effetto sull’occupazione è molto positivo, con stabilimenti come Mirafiori che superano finalmente il numero di auto prodotte nel 2012, con solo 8 mesi di produzione della Maserati Levante.  La scelta strategica di cambiare la tipologia di auto prodotte nel nostro Paese, elevandone la fascia, si dimostra vincente sul piano delle prospettive, dell’occupazione e della redditività. Le auto di fascia medio alta prodotte nel 2012 rappresentavano solo il 20% dei volumi, mentre nel 2016 si è sfiorato il 60% dei volumi, praticamente raddoppiati rispetto al 2012.

I numeri dicono che Mirafiori, grazie alla partenza nel primo trimestre della produzione del nuovo SUV Maserati ha determinato il superamento, in solo 9 mesi, delle produzioni del 2012, con il primo modello del “Polo del Lusso” costruito nel plant di Mirafiori, raggiungendo  quest’anno le  20.853 Levante prodotte. Buoni risultati anche per la Alfa Romeo MiTo che ha superato il risultato del 2013. E nel 2018 la situazione dovrebbe ulteriormente migliorare con il lancio della produzione di altri modelli di lusso (ed ecco la sorpresa), ovvero il SUV e la berlina di livello superiore di Alfa Romeo che andranno a posizionarsi sopra la Stelvio e la Giulia. 

A Cassino il 2016 ha visto Giulia e Giulietta prodotte in 71.695 unità (+57% rispetto al 2015), superando in solo 9 mesi le produzioni del 2014. E con la produzione a regime della Stelvio i numeri potranno solo migliorare. Invece a  Grugliasco e Modena, solo negli ultimi mesi del 2016 si è avuta una ripresa delle produzioni grazie all’effetto trainante della Levante ed ai restyling di Ghibli e Quattroporte. In particolare, le produzioni di Grugliasco hanno raggiunto le 23.370 unità rispetto le 26.400 prodotte nel 2015, mentre a Modena  si sono prodotte 1.826 tra GT e Gran Cabrio e circa 2.090 Alfa 4C.

Altra musica a Melfi, dove le produzioni dello stabilimento lucano mantengono le ottime performance produttive con 300.500 unità, di cui il 64% composto da Jeep Renegade ed il 36% da Fiat 500X. Discorso diverso per la Fiat Punto che con le 64.000 vetture prodotte riscontra un calo rispetto l’anno precedente di circa 26.000 unità pari a – 28%. A Pomigliano d’Arco si è ottenuto invece un incremento positivo dei volumi con 207.000 Panda (+16,9% rispetto al 2016). Il vero problema dello stabilimento campano è che le linee ancora non sono “sature”.  In Abruzzo invece lo stabilimento Sevel ha visto il 2016 come il terzo anno di crescita produttiva con il record produttivo di oltre 290.000 unità (+11,2% rispetto al 2015).

Dulcis in fundo per FCA con la Ferrari. Il 2016 è l’anno dei record per il Cavallino Rampante, che con 8.170 auto (+10,5%) supera la storica quota 7.000 che aveva caratterizzato per anni i volumi della Casa di Maranello. 

 

Share

Guarda anche...