Germania, aumentano le emissioni CO2: colpa dell’autotrazione?

Aumentano le emissioni di gas serra in Germania. Questo il dato su base annua, che vede un incremento dello 0.7% rispetto al rilievo del 2015-16. 4 milioni di tonnellate in più per un totale di 906 milioni di tonnellate di CO2 emesse sulle strade tedesche. Sembra così che il target del 2020, ovvero una riduzione del 40% rispetto a quanto rilevato nel 1990, diventi un traguardo più complesso da raggiungere: d’altronde, a oggi risulta una diminuzione del 27.6%, e manca molto poco per arrivare al momento della verità. Troppo poco, per potersi permettere adesso un incremento dei fattori inquinanti.

I Verdi, i quali hanno commissionato l’indagine, attaccano la cancelliera Merkel:

Per raggiungere l’obiettivo bisognerà diminuire le emissioni di CO2 per un totale di 40 milioni di tonnellate ogni anno, da qui al 2020.

Ai limiti dell’impossibile. Perché questa crescita è dovuta all’aumento del traffico per il trasporto merci: 3.4%, e specificatamente del 2.8% per quanto riguarda i mezzi pesanti – rinomatamente, quelli che hanno un maggiore impatto in questo settore. Il tutto, combinato in un traffico più congestionato, ha creato un mix letale. Mettere un freno a tutto questo è più che complicato: d’altronde è sinonimo di un’economia che si sta riavviando dopo anni di rallentamenti e crisi, con conseguente aumento delle emissioni anche derivanti da produzione energetica basata sul fossile. Finire in un circolo vizioso è un attimo, come si suol dire. Troppo facile entrarvi e troppo complicato uscirne, anche per la virtuosa Germania, con il suo 30% di energie rinnovabili e 40% di fossili.

Il mondo dell’automotive continua a cercare un’evoluzione ecologica: ibrido, elettrico – ma se quell’elettricità viene prodotta da sorgenti inquinanti, si ha davvero un vantaggio complessivo e non solo locale? I nodi stanno venendo un po’ al pettine? Certo è che entrambe le vie di ripresa economica e cambiamento dell’auto non si possono fermare: resta solo il tenere sempre d’occhio la propria vettura, nel mentre, per mantenerla efficiente. E chissà come sarà la situazione tedesca nel 2020 – inserita anche all’interno di un contesto europeo che speriamo economicamente più fiorente.

Share

Guarda anche...