Frenata automatica obbligatoria dal 2020

Dal 2020, per le auto di nuova omologazione sul territorio europeo, sarà obbligatorio il sistema di frenata automatica. Ormai disponibile anche su tutte vetture, comprese le più economiche, sia come elemento di serie che come optional, il dispositivo AEB (Autonomous Emergency Braking) è estremamente utile per aumentare la sicurezza di guida, e non solo nel traffico cittadino. I vari tipi di AEB intervengono in diverse condizioni, non solo alle basse velocità urbane ma anche a quelle superiori per strade extraurbane – insieme, eventualmente, ad altri sistemi che evitano lo sbandamento della vettura. Questi dispositivi sfruttano una telecamera o un radar posto anteriormente alla vettura in grado di rilevare ostacoli, siano essi altre auto, pedoni o ciclisti. I freni vengono conseguentemente attivati per ralletnare la vettura sino a fermarla, qualora il guidatore non intervenga in tempi utili. L’intenzione è, chiaramente, evitare un incidente o limitarne le conseguenze, per tutti.

Il sistema omologabile dovrà funzionare almeno fino a 60 km/h (considerando che a oggi,su alcune piccole vetture non va oltre i 30 km/h) e dovrà essere installato anche su furgoni e piccoli mezzi aziendali. Dovrà ovviamente soddisfare anche ulteriori requisiti tecnici, che appronfondiremo nel tempo,per dimostrare la sua efficacia anche in “situazioni limite”, più rare ma non certo impossibili.

L’area europea diventa così la prima macroregione al mondo a inserire l’obbligo della frenata automatica con una data precisa ( molto prossima). Cina Cina e USA prendono ampiamente tempo, l’India programma il 2022ma ha anche molto da rivedere in termini di sicurezza stradale. Secondo le stime dell’Unione Europea, il sistema ridurrà il numero di vittime della strada: si valuta che nel 2016 il 38% dei decessi per sinistro stradale siano avvenuti in città.

Share

Guarda anche...