Dove, come e quanto guidano gli italiani?

Territorio di autostrade e di quattro ruote, popolo di amanti dei motori, anche su due ruote. Eccoci. Ma se dovessimo fare un’analisi più approfondita, cosa si noterebbe di dove, come e quanto guidano gli italiani? I dati del portale Facile.it sono stati ricavati sulla base dei preventivi effettuati online per il risparmio sulle tariffe d’assicurazione, e svelano una media nazionale di percorrenza di 11.200 km annui. Ma le distanze variano in base alla regione in cui si vive, e soprattutto a quanto pare in merito alla professione che si esercita.

In Umbria e in Puglia si ha una media annuale di 12.300 km, in Sicilia di circa 10.300 e in Sardegna si va poco sotto, così come in Liguria e Lazio. Ma più ancora, ciò che fa la differenza è ovviamente la professione. Mediamente l’agente di commercio è quello che ne percorre di più (16.700 km annui), mentre a guidare meno sono gli insegnanti (9.500 km ogni anno). Si spostano un po’ di più gli ecclesiastici, con 9.800 km in dodici mesi, i pensionati con circa 10.100 km all’anno e poco oltre arrivano gli studenti, con circa 10.200 km nell’arco dell’annata.

Si rileva quindi una certa varietà, probabilmente dipendente anche dai collegamenti alternativi offerti: ferrovie, mezzi pubblici urbani ed extraurbani: sono soprattutto questi ultimi a prendere sempre più piede, grazie anche a forme low cost di tariffazione, oltre a sistemi di ride sharing come, per esempio, BlaBlaCar. Chissà che poco alla volta non si arrivi solo all’auto condivisa, ma anche alla manutenzione condivisa…

Share

Guarda anche...