Cresce il car sharing in Italia: oltre 700.000 utenti

Il numero degli utenti dei vari sistemi di car sharing è in aumento costante: si superano di poco i 700.000 utenti, per il servizio di mobilità condivisa con l’automobile, che riduce i costi di tenuta e gli impegni. Ma crescono anche bike sharing e carpooling, il che significa che tutto il comparto della mobilità condivisa è in aumento sensibile. Milano e Roma sono le dominatrici del car sharing, con il 60% del parco auto nazionale a loro disposizione, in questo settore. Se si parla di biciclette, poi, si raggiunge un record europeo: un record positivo. Sono infatti 13.770 le biciclette condivise, su tutto il territorio nazionale, con una copertura di 200 comuni, e rendono l’Italia il primo paese in Europa, per la diffusione di questo servizio.

Il Primo Rapporto Nazionale sulla Sharing Mobility a cura dell’Osservatorio Nazionale sulla Sharing Mobility (promosso dal Ministero dell’Ambiente e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile) osserva diversi aspetti di tutto questo comparto di mobilità:

In Italia la mobilità condivisa continua a crescere e a svilupparsi […] Il sud è ancora indietro ma Catania e Palermo stanno risalendo […] La parte del leone per il Bikesharing la fa il Nord.

E in quest’ultimo caso, si analizza specificatamente che al nord vi siano il 64% sei servizi e la bellezza dell’81% delle biciclette condivise. Tante, tantissime, in proporzione al resto d’Italia, ma questo è probabilmente dovuto anche alla situazione di reperibilità di piste ciclabili e strade idonee alla circolazione delle biciclette, senza troppi pericoli e intralci per il traffico regolamentare. Questo genere di mobilità è sotto lo studio degli analisti del settore automotive da diversi anni, da quando è nato. Si tratta di un modo differente di vivere l’auto, meno personale e per certi versi più economico – anche se dipende decisamente molto da quanto si usa l’auto, da quando e quanto se ne ha bisogno, per quanto tempo, e in che fasce orarie. Se la manutenzione, per esempio, è gestita da società terze con uno scarico si economie e responsabilità, per molte cose, il proprietario d’auto ha comunque tutti i metodi e le migliori officine per risparmiare, e avere la propria vettura sempre a disposizione, sotto casa, e senza doverla condividere con nessuno.

Share

Guarda anche...