Con il Metano si possono risparmiare sino a 200 euro per il viaggio

L‘ultima interessante indagine sui combustibili alternativi a benzina e diesel a fronte del risparmio, è emersa dalle ricerche di Federmetano. L’Osservatorio ha analizzato cinque tratte frequentemente trafficate durante gli esodi estivi: Milano-Ostuni, Roma-Taormina, Bologna-Tropea, Torino-Riccione e Bari-Alassio. Itinerari che attraversano la penisola in diversi sensi e per diversi chilometraggi. Il più lungo di tutti è il Milano-Ostuni, che in andata e ritorno (misurazione effettuata su tutti i cinque percorsi esaminati) è di 1.924 km.

La differenza di spesa non è affatto trascurabile: si possono risparmiare in media 9.5 euro ogni 100km, e nel tragitto più lungo, quello appunto Milano-Ostuni e ritorno, significa ben 201 euro che rimangono in tasca piuttosto che versati nel serbatoio dell’automobile. Quando la scelta di usare l’auto piuttosto che altri mezzi è fatta per movimentare una famiglia, è un risparmio in più da non ignorare affatto.

Va tuttavia considerato un fattore tutt’altro che trascurabile: la differenza di costo di un veicolo di serie a metano o dell’impianto aftermarket installato da un centro specializzato. La spesa di una installazione è variabile e va fatta considerando molti fattori: come e quanto si usa l’auto (e sicuramente sui chilometraggi autostradali comincia a fare la differenza), i distributori abilitati (il metano non viene trasportato e stoccato presso i rifornitori al dettaglio, ma comporta un allacciamento diretto alla rete del metanodotto ed ecco perché è più difficilmente reperibile, con il risultato che una regione come la Sardegna ne è completamente sprovvista), le dimensioni delle bombole (buona parte del vano del bagagliaio potrebbe venire utilizzato per le bombole di stoccaggio del metano). Ma oltre al pro del risparmio sul rifornimento, sicuramente le ridotte emissioni inquinanti a cui spesso di lega la possibilità di usare l’auto anche in zone con limitazioni di traffico.

In un mondo in cui si sta sempre più attenti al risparmio ma anche al rispetto dell’ambiente, sempre di più vale la pena di valutare i metodi alternativi.

Share

Guarda anche...