Cinque nuovi modelli per Ferrari nel 2019

Si prospetta un 2019 frizzante, in casa Ferrari. Dal Cavallino Rampante hanno infatti dato un importante annuncio: cinque vetture saranno presentate entro fine anno. L’ambizione non manca mai, considerando che l’anno scorso si è concluso con un sonoro +10.2% nelle consegne, per cui si può anche parlare di elettrificazione della gamma e, soprattutto, di Ferrari Purosangue: ovvero la nuova vettura ad assetto rialzato. Louis Camilleri, durante la conference call di presentazione dei risultati finanziari del 2018, ha così parlato:

Questi nuovi modelli non solo ci consentiranno di entrare in nuovi segmenti, ma ci permetteranno anche di migliorare i nostri risultati.

L’annunciato obiettivo è quello di lanciare almeno quattro nuovi modelli all’anno sino al 2022. D’altronde, nei prossimi anni il regolare ciclo di vita di alcuni modelli giungerà al termine, per cui pensare già alle sostituzioni è d’obbligo. Tuttavia, in un mercato dinamico, non possono mancare anche nuovi modelli, come le Icona. A Maranello, infatti, non si tirano indietro:

[L’obiettivo è] penetrare in nuovi segmenti, a partire da quello delle Gran Turismo.

Dal Salone di Ginevra ci si aspettano grandi cose. Tra queste, Ferrari dovrebbe presentare la sostituta della 488, con un motore a sei cilindri. Inoltre, entro fine anno ci si aspettano una nuova sportiva ad alte prestazioni e nell’ultimo trimestre partiranno le consegne delle Monza. Considerando la complessità meccanica e strutturale di queste ultime due, a loro sarà dedicata una linea specifica. Sarà commercializzata inoltre la 488 Pista Spider.

Non solo: arriverà anche per Ferrari il momento di elettrificare le vetture. Dopo nuovi propulsori con tecnologia ibrida, sono in arrivo anche full electric. Considerando il ridotto volume di percorrenza di ciascuna vettura (si calcola circa 4.000 km l’anno, di media), le Ferrari a zero emissioni scommetteranno tutto sulle prestazioni. I nuovi powertrain richiederanno specifici investimenti nei settori di tecnologia e sviluppo:dopo i 120 milioni del 2018, per il 2019 non si potrà che aumentare.

Il vero punto di riferimento però sarà Ferrari Purosangue. Bisognerà combinare le prestazioni che ci si aspetta dal Cavallino Rampante con il comfort e l’usabilità quotidiana. Una sfida nuova, ma considerando che l’idea di una Ferrari dall’assetto rialzato ha riscosso pareri positivi tra i clienti, vale la pena pensare a una vettura che possa essere usata e goduta tutti i giorni, pascendosi nel lusso che rappresenta. E quando puntano a voler creare qualcosa di superiore a tutto quello che attualmente è sul mercato, non si può non pensare alla Lamborghini Urus.

Share

Guarda anche...