Audi porta la realtà virtuale in fabbrica

Affinché l’assemblaggio delle vetture nuove sia perfetto fin dal primo esemplare in uscita dalla catena di montaggio, è indispensabile che il personale sia opportunamente indottrinato e addestrato. Proprio per questo e affinché la qualità di realizzazione delle proprie vetture resti eccellente, Audi ha approntato un apposito reparto che permette la simulazione di ogni operazione di assemblaggio. Grazie ai videogiochi. O meglio, grazie alla realtà virtuale creata inizialmente per questi.

La Cave Automatic Virtual Environment è una tecnologia di proiezione in tre dimensioni, e la casa di Ingolstadt sta per adottarla nelle proprie fabbriche. Questa innovativa metodologia permette l’ottimizzazione dei processi produttivi dei veicoli di nuova introduzione grazie alla realtà virtuale; infatti, in fase di pre-produzione di una nuova auto, la tecnica CAVE consente a tecnici e operai dello stabilimento di simulare l’assemblaggio di un veicolo per verificare quali siano le metodiche più efficienti e meno stressanti per gli stessi addetti al montaggio.

In pratica il nuovo processo di simulazione prevede la proiezione dei componenti da assemblare sul pavimento e sulle pareti di una speciale stanza, in cui viene ricreato un ambiente di lavoro virtuale dove gli ingegneri e tecnici specializzati sono inseriti dotati di speciali occhiali 3D; per muovere i pezzi viene utilizzato un controller simile a quelli usati per i videogiochi ma a breve termine verranno utilizzati dispositivi di controllo gestuali. In questa fase uno dei responsabili Audi della cosiddetta ”virtual validation” spiega che l’obiettivo finale è rendere più intuitivi la presa e lo spostamento dei componenti e per questo il team sta testando anche braccialetti con sensori con tecnologia derivata sempre dai videogames, sensori in grado di registrare sia i movimenti da effettuare che gli sforzi muscolari richiesti agli operai. Una volta “validato il set” ecco che gli operai potranno poi effettuare il training nella “palestra” virtuale prima di essere schierati sulla catena di montaggio vera e propria, in maniera da poter lavorare in maniera veloce, sicura ed ergonomica sulle vetture dei quattro anelli.

120734851-7f129190-a6c6-4e52-94ae-cf15e512c0d5

Share

Guarda anche...