Acqua da bere per tutti

Appena un anno fa scrivevamo che bere acqua fa bene. Anche ai motori (a benzina). Che soprattutto ad alti regimi del motore, parte del carburante viene utilizzato per il raffreddamento anziché per la combustione vera e propria. Con il suo nuovo sistema di iniezione ad acqua, Bosch dimostra che questo spreco può essere eliminato. In particolare quando si accelera rapidamente o si guida in autostrada, l’iniezione d’acqua consente di ridurre il consumo di carburante fino al 13%. Con il sistema Waterboost,  il colosso tedesco intende far capire che i motori a combustione hanno ancora frecce al loro arco: con questa tecnologia il risparmio di carburante è assicurato soprattutto nei motori a tre e quattro cilindri che troviamo sotto il cofano delle auto di medie dimensioni.

Ma qual è il principio fisico al quale risponde il dispositivo? Prima di tutto un motore non deve surriscaldarsi. Per impedire che ciò accada, in quasi tutti i motori a benzina di oggi viene iniettato carburante in più, che evapora raffreddando parti del motore. Con l’iniezione ad acqua, gli ingegneri Bosch hanno sfruttato questa peculiarità. Prima che il carburante si accenda, nel condotto di aspirazione viene iniettata una nebbia fine d’acqua, che grazie all’elevato calore di vaporizzazione assicura un raffreddamento efficace.  In pratica l’acqua riesce ad assorbire una maggiore quantità di calore, così occorre una piccola quantità di liquido: il serbatoio di acqua distillata garantisce così un’autonomia per alcune migliaia di chilometri. E in caso di esaurimento dell’acqua nessun problema, l’auto marcia normalmente ma senza il beneficio tecnologico: ovvero 8% di consumo inferiore per il ciclo combinato WLTC,  fino al 13% nelle reali condizioni di utilizzo dell’auto, quando si accelera o in autostrada.

Oltre al risparmio di carburante, la Bosch promette maggior coppia motrice (e dunque potenza) per auto dotate di sovralimentazione: una manna nell’era del downsizing.  Tra l’altro il sistema Waterboost è già utilizzato, lo ricordiamo,  su una “normale” BMW M4 GTS,  la prima vettura di serie a integrare questo sistema rivoluzionario di iniezione ad acqua nel suo motore a sei cilindri sovralimentato.

bosch-waterboost-technology-2

Share

Guarda anche...