Ultranovantenni patentati in crescita

Che abbiamo un parco auto piuttosto datato, lo sappiamo. Per questo parliamo spesso di quanto sia importante svolgere una corretta manutenzione del veicolo, e stare attenti a tante piccole accortezze che possono mantenere al meglio la vettura – sebbene sia anche vero che un’auto nuova è decisamente più performante anche quanto a sicurezza. Adesso è ufficiale anche che aumenta non solo l’età delle vetture, ma anche di chi le guida. Secondo gli ultimi dati, rilasciati dal portale Facile.it, sono oltre 60milale patenti valide intestate a persone con oltre novantanni d’età.

Rampanti e decisi a non demordere, gli ultranovantenni patentati sono il segno estremo di un’età media di 54 anni, quando si parla di possesso di patente, ma anche di come la revisione delle patenti ogni 24 mesi,superati gli ottanta, scoraggi ben poco. Scorrendo i dati, la regione più “ansiana” da quel punto di vista è la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Toscana. Almeno per numeri assoluti, che però non rispecchiano le percentuali – e d’altronde, allora, si va in base allapopolazione complessiva. Ma se si va nei dati percentuali, le cose cambiano, come osservano gli stessi ricercatori:

Se si considera il numero dei patentati over 90 sul totale di quelli abilitati alla guida questa volta è l’Emilia Romagna a svettare in cima alla classifica con lo 0,253%, pari a oltre una volta e mezzo il valore medio nazionale (0, 156%); al secondo posto della classifica così calcolata si trova la Liguria con lo 0,247%, mentre la Toscana si conferma medaglia di bronzo con lo 0,233%.

Altre regioni, note per la loro longevità – come la Sardegna – stupiscono per la loro assenza sul podio. Andando avanti, infatti, si osserva che:

Appare molto curioso che regioni note in Italia per la longevità dei propri abitanti, come ad esempio la Sardegna, occupino posizioni molto basse in classifica; l’isola è appena tredicesima in termini assoluti, addirittura quindicesima se si usa la metrica della proporzione sul totale patenti attive.

Tradurre in termini pratici e di significato tutto questo, è complicato: quanta incidenza hanno sui sinistri,o sulla circolazione quotidiana? Questo è un altro aspetto da valutare e da analizzare, e non è da escludere che faccia parte di prossime ricerche.

Ti potrebbe anche interessare...