Si prepara la Ferrari ibrida, e anche quella elettrica

Le auto ibride e le auto elettriche si presentano come il futuro del mondo dell’auto, e già sono pronte non poche supercar a emissioni zero. Ma serve anche che sia il cavallino rampante di Maranello, ad aggiornarsi. Ecco perché Sergio Marchionne annuncia ufficialmente la Ferrari ibrida, e prospetta un futuro anche per l’elettrico. Ma andiamo per gradi, con le sue prime parole rilasciate direttamente da Ginevra:

Non c’è bisogno di aspettare il Suv: la presenteremo al Salone di Francoforte del 2019.

Ovvero anche il Suv di Ferrari sarà ibrido.

Il piano industriale della Ferrari è facile: tecnicamente è difficile, ma industrialmente no. Lo presenteremo a settembre […] Sulla Suv Ferrari, nel frattempo, ho cambiato idea: a febbraio, negli Usa il 70% delle vetture erano Suv e pick-up. E l’Europa va in quella direzione a una velocità incredibile. Anche la sport utility avrà soltanto la motorizzazione ibrida. A regime farà il 10% delle vendite Ferrari nel mondo e avrà un feeling di guida all’altezza. Il compito più difficile è lo styling: è il lavoro più complicato che sia mai toccato a Flavio Manzoni.

Per Ferrari si prospetta anche una versione puramente elettrica, stando sempre alle parole di Marchionne:

L’ibrido Ferrari apre la strada verso l’elettrico puro. Arriverà, ma per ora si parla di un orizzonte di tempo ancora molto lontano.

Così anche il marchio italiano, cuore che batte nel corpo di molti appassionati, si prepara a fare un salto nel futuro. Finalmente, si direbbe, vista la velocità che si vuole imporre allo sviluppo, tra tagli delle motorizzazioni a combustibili fossili e richiesta di vetture, anche di alta e altissima gamma, meno inquinanti ma ugualmente potenti. Si apre così una nuova avventura, che ha lo  scopo di tenere la Rossa sulla cresta dell’onda e, soprattutto, di non farle perdere quote di mercato in particolare all’estero, ove l’elettrico è ben più diffuso che dalle nostre parti.

Ti potrebbe anche interessare...