Una serie speciale per i 20 anni di Smart

L‘acronimo di Swatch Mercedes ART è Smart, una piccola vettura due posti che ha fatto rapidamente breccia nel cuore degli automobilisti. Piccola, compatta e a dir poco maneggevole, consente da vent’anni di circolare in città (e posteggiare) anche in aree di spazi ristretti. Ha fatto scuola nel suo essere anche estremamente personalizzabile e ha affascinato non pochi preparatori e amanti dell’estremo (non in ultimo nell’aggressivo allestimento Brabus).

Ma quest’anno ci si aspetta una versione speciale, per la due posti più conosciuta degli ultimi anni: si chiama, ovviamente, 20thanniversary e sarà una limited edition destinata a entrare nella hall of fame popolata da quelle cosiddette “instant classic”, ovvero edizioni speciali, che hanno fatto il successo di questa piccola quattro ruote. L’allestimento offrirà tutti gli optional possobili, tra comfort, infotainment e sportività. Saranno disponibili anche nuovi colori, nominati come xtreme, britishgreen, parisblue, tokyowhite e londongrey.

Si aggiungono, oltre alle variazioni puramente estetiche, anche quelle funzoinali: LED&Sensor con funzione cornering light, assetto ribassato,brake assist e molto altro. Gli equipaggiamenti installati portano a un valore superiore rispetto a quello di acquisto, come di consueto. Non mancano, a chiudere il cerchio, piccoli accorgimenti come uno scarico cromato, volante in pelle, pedaliera con appoggi in acciaio e, dulcis in fundo, cerchi in lega da 16″.

Il successo di Smart

Il successo di Smart è stato designato dalla sua estrema maneggevolezza, grinta (complice un rapporto peso-potenza che scarica al meglio i cavalli del motore), semplicità di manovra in città e, soprattutto, una rete di manutenzione di derivazione da quella Daimler. Tutta l’esperienza di Mercedes si infonde quindi in una piccola da città, che nonostante le prime difficoltà (la prima uscita fu rinviata di alcuni mesi, infatti, a causa di fallimenti nei test dell’alce con vetture che ne condividevano il baricentro alto come la Mercedes-Benz Classe A) si è fatta largo. Ha conquistato persino una edizione Roadster e ForFour, prima di stabilizzarsi sulla classica ForTwo.

Ti potrebbe anche interessare...