Richiamo BMW in UK e Audi in Germania: decine di migliaia di vetture in officina

Nella lettera delle Case viene citata una “irregolarità nel software dei motori diesel”. Si verifica così un richiamo BMW nel Regno Unito, e un richiamo Audi su territorio tedesco. Si parla rispettivamente di 312mila e 60mila vetture che necessitano l’intervento in officina. Un numero enorme. Le vetture interessate sono le Serie 1, Serie 3, Z4 e X1 prodotte nel lasso di tempo dal 2007 a 2011 e vendute in nel Regno Unito. Secondo le indagini dei dipartimenti interni di BMW, potrebbe verificarsi un’anomalia all’impianto elettrico che potrebbe essere in grado di portare allo spegnimento anomalo del motore, anche in fase di guida. Elemento ben pericoloso, se si considera che già 36mila vetture erano state richiamate per un motivo non dissimile.

Per la Germania, invece, si è verificato un importante richiamo Audi: circa 60mila vetture tra A6 e A7, per un motivo analogo di problema elettrico nelle vetture a motorizzazione diesel. Il Ceo di Audi, Rupert Stadler, comunica così l’avvenimento:

Le anomalie le comunichiamo alle autorità competenti perché il nostro maggiore interesse è un chiarimento senza alcuna riserva. [Le vetture vengono richiamate per] per il sospetto di un inammissibile impianto di manipolazione nelle auto Audi V6 TDI dei modelli A6 e A7.

La reputazione del marchio è un potenziale problema, per Audi e perla Casa proprietaria Volkswagen. I problemi non sono mancati negli ultimi tempi, in particolare proprio per i loro diesel, e Audi ora ha comunicato di avere bloccato le vendite dei modelli interessati non appena saputo del potenziale problema, rendendosi a disposizione di update del software e di verifica eventuale da parte delle attività competenti.

Per il momento, non vi sono notizie di simili interventi necessari sul territorio italiano, ma le officine restano pronte in caso di necessità.

Ti potrebbe anche interessare...