Rallenti e produci energia

  • rallentatore_energia

Sicurezza fa rima con ambiente, ovvero è possibile produrre energia mentre si rallenta con la propria auto. Con il progetto “Lybra” la città brianzola di Concorezzo sarà la prima a fare del traffico una fonte di energia rinnovabile.

Su dotcar in passato abbiamo parlato di strade fotovoltaiche in sperimentazione in Francia. Invece stavolta parliamo di una realtà tutta italiana. Nella prossima primavera infatti, lungo la strada provinciale che collega Concorezzo a Monza e nei pressi di una rotatoria, verranno installati dei moderni rallentatori ideati dalla Underground Power di Paderno Dugnano, una brillante realtà nel campo dell’energia rinnovabile avviata nel 2011 sulla scorta di innovativi studi sviluppati – in collaborazione con il Politecnico di Milano –  sull’energy harvesting (energia proveniente da fonti alternative che viene raccolta e salvata, ndr).

Lybra è un rallentatore stradale che viene inserito a filo dell’asfalto nelle aree dove i veicoli devo obbligatoriamente rallentare. Realizzato in gomma vulcanizzata e acciaio, materiali dunque resistenti alla massa dei veicoli e agli agenti atmosferici, Lybra è un dispositivo piatto e modulare, lungo 1 metro e largo 3, che può essere installato in successione fino a formare piattaforme energetiche di diverse dimensioni. L’energia cinetica viene convertita in elettricità che viene poi stivata all’interno di colonnine a bordo strada e che può essere subito riutilizzata: in pratica, secondo le stime di Underground Power e considerando il volume di traffico veicolare dell’arteria, il “tappetino” tecnologico produrrà elettricità pari a 40 mila kilowattora annui. Oltre a far rallentare gli automobilisti.

Il progetto ha già ottenuto le necessarie autorizzazioni dalle autorità competenti e in relazione al Codice della strada e, tra l’altro, la Underground Power ha già effettuato test sperimentali all’interno del parcheggio di un centro commerciale nell’area milanese dove la resa energica ha raggiunto livelli elevati. La Underground Power, per la qualità delle sue innovazioni, ha già vinto diversi premi tra i quali: “Impresa Innovazione D2T” dalla Provincia di Trento e quello per il Cavalierato Giovanile “Il Miglior Progetto Innovativo del 2012” dalla Provincia di Monza e Brianza.

Ti potrebbe anche interessare...