Quali sono le pratiche auto da effettuare in caso di cambio residenza?

Il mondo dell’auto non è fatto solo di divertimento e motori, ma anche di pratiche auto che, spesso, vengono percepite come superflue scartoffie – ma così non è. Una delle più comuni è sicuramente quella che vede la necessità dell’aggiornamento della Carta di Circolazione a seguito del cambio residenza. L’aggiornamento è da effettuare peri documenti di tutti i veicoli di cui si è intestatari. Infatti, al momento di cambio presso il Comune, vanno anche segnalati i veicoli di cui si è proprietari, allo scopo di permettere all’ufficio stesso la comunicazione all’UCO (Ufficio Centrale Operativo) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti della necessità di tutti i dati, come anche gli estremi della patente, targhe e nominativi.

Per quanto riguarda la patente, l’aggiornamento di questa avviene attraverso l’Archivio conducenti del Dipartimento Trasporti.Le indicazioni sulla patente possono variare in base al tipo della stessa (il vecchio indirizzo o nessun indirizzo per i nuovi formati).

Il tagliando di aggiornamento della carta di circolazione viene inviato direttamente al nuovo domicilio, e deve essere apposto sui documenti, nello spazio indicato dalla legenda presente in prima pagina degli stessi.

Nell’attesa,viene rilasciato un modello compilato con parte staccabile, la quale deve essere allegata ai documenti in funzione provvisoria. In caso di eventuale verifica,deve essere esibito contestualmente, così da poter risalire a tutti i dati in fase di aggiornamento.

Ti potrebbe anche interessare...