Prorogati gli sconti autostrada per i motocicli

Proseguono gli sconti autostrada per pagamento del pedaggio dei motoveicoli. La proroga ha preso il via con la firma del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Si tratta di una scontistica del 30% per tutti i motocicli con targa che siano titolari di telepedaggio (come il Telepass Moto) lungo tutte le tratte autostradali italiane. La misura sperimentale era stata adottata l’estate scorsa,il 1 agosto, con validità sino al 31 dicembre. La proroga, retroattiva a partire dal 1 gennaio 2018, è valida sino al 30 giugno 2018. L’obiettivo è favorire l’utilizzo dell’autostrada anche a mezzi di trasporto a due ruote.

Il provvedimento sperimentale, che superava il principio del medesimo pagamento dei veicoli di classe A,verrà attuata con le stesse modalità in funzione lo scorso anno. Il Ministro Graziano Delrio conferma, infatti, la valutazione di utilità fatta l’anno scorso:

La riduzione per i motocicli in autostrada è giusta e supera un’anomalia unica ormai in Europa, portando i conducenti a scegliere un modo di viaggiare più sicuro.

Come abbiamo detto, la validità della proroga sarà attiva sino al 30 giugno 2018. In quel momento verrà effettuata una valutazione dell’impatto della misura nel suo complesso, allo scopo di comprenderne la fattibilità in termini di provvedimento definitivo.

Sconti autostrada per le moto: le modalità

Modalità e vincoli per poter sfruttare il sistema di sconto sono descritti nel dettaglio sul sito di Autostrade per l’Italia, tra cui ricordiamo in particolar modo:

• che all’apparato Telepass sia possibile associare soltanto una targa;

• che tale targa sia la targa di una moto (verrà richiesta, come certificazione, copia del libretto di circolazione);

• che l’apparato dovrà essere utilizzato soltanto in associazione con la targa registrata, pena la perdita del diritto alla modulazione e l’applicazione di penali, fermo restando il diritto delle concessionarie alle eventuali azioni civili, amministrative e/o penali, ove ne ricorrano i presupposti;

• che per tutti i transiti effettuati verrà effettuata la rilevazione della foto della targa per permettere i controlli di corretto utilizzo;

• che l’adesione alla modulazione in oggetto esclude la possibilità di adesione ad altre modulazioni in essere (ad esempio lo “sconto pendolari”);

Per le informazioni complete, rimandiamo alla pagina dedicata. Così che la convenienza della percorrenza in moto sia uno sprone  a effettuare la miglior manutenzione con costanza, anche alle due ruote.

Ti potrebbe anche interessare...