Oltre 5 milioni di auto diesel Euro 3 o inferiori in Italia

Sappiamo che in Italia c’è un parco auto piuttosto datato. Basti pensare che sono oltre 5 milioni le vetture a motorizzazione diesel che non vanno oltre la categoria Euro 3 che risultano ancora iscritte nei registri della Motorizzazione. Si parla del 12.9%del parco auto attualmente circolante che sia destinato al trasporto di persone. Questi sono i dati dell’indagine fatta dal portale Facile.it, che ha rielaborato i dati ufficiali provenienti dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Con questi, è riuscito a creare una mappa delle auto diesel attualmente presenti sul nostro territorio nazionale, e a mettere in risalto che si parla del 29.89% delle vetture a gasolio in circolazione.

Territorialmente, queste sono diffuse maggiormente in meridione: in Molise il 21.9% e in Basilicata il 21.7% indicano come una su cinque appartenga a categoria diesel Euro 3 o inferiore, e seguono Calabria al 19%, Puglia con il 18.5% e oltre anche Sicilia al 17.2%, Campania con il 16.7% e infine Abruzzo al 15.6%. Guardando la classifica dall’altro lato, in Valle d’Aosta solamente l’8.5% delle auto private a gasolio è in categoria Euro3 o inferiore. Seguono Toscana (8,7%), Friuli Venezia Giulia (9,1%) e Liguria (9,4%). Il quinto posto spetta alla Lombardia (9,5%), che precede di poco due regioni che hanno recentemente introdotto il blocco a diesel Euro 3 e inferiori: Emilia Romagna (9,7%) e Piemonte (10%).

Guardiamo un altro lato della classifica: al di là delle percentuali, in numeri assoluti è la Lombardia ad avere il maggior numero di vetture in questo range, ovvero 587.515 unità. Seguono Campania (577.087) e Sicilia (564.591). Interessante è l’analisi dei dati estesi: se si parla di tutti i veicoli (quindi non solo quelli privati a uso trasporto persone) si superano gli 8 milioni assoluti e si arriva al 15.5% potenzialmente circolante. Nel totale dei veicoli alimentati a diesel (includendo Euro 4, 5 e 6) si arriva a oltre 22 milioni, pari al 42.9% del totale.

Difficile dire quale sia il reale stato di svolta del mercato, nonostante tutte le indagini e le analisi degli ultimi anni. Nel frattempo, l’unico modo per accertarsi di avere sempre una vettura al meglio, anche in termini di inquinamento e consumi, è quello di effettuare regolare manutenzione per poter mantenere sotto controllo tutti gli elementi dell’auto.

Ti potrebbe anche interessare...