Nuova campagna estiva: non lasciare i bimbi soli in auto

È una nuova campagna promossa dall’Asaps, Associazione sostenitori della Polstrada, quella che inizia in questi giorni caldi d’estate: Bimbi in auto: mai più da soli viaggia sui social e sulle riviste automobilistiche cartacee e online, con lo scopo di mantenere sempre alta l’attenzione sul tema: una dimenticanza, una distrazione o pochi minuti per svolgere una commissione, possono essere fatali a un bimbo lasciato in auto sotto al sole caldo di questi mesi. Proprio ai casi estremi occorre fare maggiore attenzione.

Fondamentale è la collaborazione di tutti: chiunque vedesse un bambino solo in auto può chiamare il 112. Un’auto chiusa e l’assenza di un adulto nei paraggi sono sicuri segnali di allarme. Dall’altro lato, proprio per inserirsi nelle routine quotidiane, si consiglia anche di inserire un allarme o un promemoria nel cellulare: i black out mentali sono pericolosi, e spezzare questi azzeramenti del pensiero è l’unico modo per riuscire a interferire con questi incidenti incredibili e letali.

Questa campagna si abbina alla richiesta di una legiferazione seria e precisa in merito all’obbligo d’uso di seggiolini per bambini che siano allarmati, in maniera da intervenire tempestivamente in caso di dimenticanza di un bimbo in auto. Approvata in Commissione Trasporti alla Camera non ha però ancora visto la luce in maniera completa e con decreti di attuazione. Il tempo per quest’estate rischia di essere troppo risicato, per ovvie ragioni, ma l’intervento deve avvenire il prima possibile.

Maggiori informazioni e consulenze per la scelta di seggiolini sicuri,anche dal punto di vista del trasporto, si possono avere consultando un professionista.

Ti potrebbe anche interessare...