No al climatizzatore con auto in sosta e motore acceso

Quante volte avete (abbiamo, a dir la verità) tenuto l’auto ferma, col motore acceso, e il climatizzatore al massimo per abbassare la temperatura? Errore, peraltro anche violazione del Codice della Strada. E quante volte tanto più lo stiamo facendo proprio in questi giorni di incredibile caldo. Ma se l’auto è ferma in sosta, con il motore acceso e il condizionatore altrettanto, si può incorrere in una multa la cui cifra,variabile, è sicuramente piuttosto salata.

Art. 157. Arresto, fermata e sosta dei veicoli, comma 7-bis. È fatto divieto di tenere il motore acceso, durante la sosta del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l?impianto di condizionamento d’aria nel veicolo stesso; dalla violazione consegue la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 216 a euro 432.

Ma come funziona, e perché?

Si tratta di una norma inserita nel 2007, allo scopo di mantenere basse le emissioni di gas nocivi quando il veicolo non è in movimento. Perché però è così poco nota? Il motivo è semplice: viene poco contestata in quanto, in un caso simile, la differenza tra “sosta” e “fermata” è estremamente labile. Parimenti, questa norma vale anche per la stagione invernale – ovviamente – quando si mantiene l’auto accesa per far riscaldare il motore prima della partenza o per mantenerlo in temperatura durante una pausa.

Certo, tra norma e applicazione della norma non sempre si riesce a stare di pari passo, ma quello che è certo è che auto con una corretta manutenzione possono essere in grado innanzitutto di mantenere i livelli di emissioni sempre entro i limiti, consumando quindi meno, e anche di essere correttamente isolate dall’esterno: così anche l’abitacolo viene reso più vivibile in ogni stagione.

Ti potrebbe anche interessare...