Metano: il combustibile alternativo si diffonde sempre di più

Prosegue il nostro viaggio nel mondo dei combustibili alternativi, e prosegue  perché il trend mondiale parla chiaro. Per esempio, per il Metano si prevede una diffusione del 70% in più rispetto allo stato attuale, entro il 2024. A fornire il dato è Navigant Research che, attraverso l’Osservatorio Federmetano Italiano, rende noti i dati di previsione per i prossimi anni. In termini mondiali, pare che la diffusione sarà più consistente negli USA e in Canada (considerando quindi il Nord America come intera area geografica), e il dato ha una radice ben precisa: abbondanza della materia prima, minore impatto ambientale, costi ridotti proprio per il primo punto. Considerando che gli USA sono sempre stati la patria dei macchinoni iperinquinanti e con poca attenzione per l’ambiente, sembra che ci sia una decisa svolta a livello di coscienza collettiva, su questa tematica. Anche se, si sa, le previsioni di questo genere sono sempre e comunque solo ipotesi, ma se sono basate su dei trend… C’è speranza.

Per quanto riguarda l’Italia, sembra ci sia possibilità di seguire la tendenza principale. A parlarne è Dante Natali, responsabile dell’Osservatorio Federmetano:

L’interesse dei nostri consumatori verso il combustibile del metano è sempre maggiore. Abbiamo la rete di distribuzione più sviluppata, a livello europeo: oltre mille stazioni idonee al rifornimento di gas metano. Aumentano modelli e allestimenti che le case automobilistiche propongono direttamente con questo sistema di motorizzazione, e di conseguenza anche la differenziazione delle possibilità di scelta, la gamma, e l’interesse dei consumatori. Si tratta di elementi che possono essere decisivi per la presenza di veicoli a metano.

Con la possibilità di essere convertita a metano, anche un’auto a combustione benzina può essere resa meno inquinante e, sul lungo periodo, economicamente più conveniente. Basta, come sempre, affidarsi sempre a una rete di professionisti per installazioni e manutenzioni, ed essere certi della qualità del lavoro effettuato.

Ti potrebbe anche interessare...