Mercedes Classe A al top di aerodinamica nel suo segmento

Per Mercedes-Benz e i suoi progettisti, l’abbattimento dei consumi non avviene solo cambiando le tecnologie di propulsione, ma anche con il modo che ha la vettura di fendere l’aria. L’aerodinamica è, infatti, da trent’anni al centro del team di progettazione che, con la nuova Mercedes Classe A in formato berlina, raggiunge nuovi record: coefficiente di forma Cx di 0.22 e una resistenza inferiore a 0.49 m2. Dati importanti per ridurre la resistenza all’aria, e quindi l’opposizione allo spostamento e il conseguente consumo di carburante. Di questo sviluppo, ovviamente, beneficia anche la versione Hatchback, con diminuzione della resistenza rispetto al modello precedente.

Dalla Casa, accompagnano così la nota di comunicazione di questo traguardo:

L’eccellenza aerodinamica offre un contributo chiave alla riduzione dei consumi nell’utilizzo quotidiano. La nuova Classe A Berlina è stata ottimizzata nei minimi dettagli attraverso una complessa serie di calcoli, simulazioni di ingegneria assistita da computer (Cae) e misurazioni nella galleria del vento a Sindelfingen. Oltre ad uno straordinario design, diversi accorgimenti hanno portato a raggiungere il nuovo record: riduzione dell’area frontale a dispetto di comfort e la maggiore abitabilità, un migliore sviluppo aerodinamico complessivo (come ad esempio il profilo dei fari), e la quasi totale pannellatura del sottoscocca che ha interessato vano motore, sottoscocca principale, parte dell’asse posteriore e del diffusore.

Per cui, sebbene non manchino alcune problematiche per i motori (con probabile rientro in officina, come sappiamo), resta alto l’impegno a migliorare le cose: dal gruppo Daimler è stato implementato il team di ricerca e sviluppo, per ottenere un accurato tuning aerodinamico sulle sue vetture. Completano anche cerchi più leggeri, oltre (a considerarlo optional a seconda dei mercati) la possibilità di un sistema di chiusura per la griglia del radiatore, in modo da ridurre il flusso d’aria diretto al motore. Restano quindi alti gli standard, in un complesso dimiglioramento che, per i tempi che corrono, deve spaziare su molteplici aspetti della vettura.

Ti potrebbe anche interessare...