Mercedes Benz in corsa nella Formula E dal 2019

Mercedes-Benz gareggerà nella Formula E: dopo Audi e BMW, anche il terzo colosso di Germania si dedicherà alle competizioni ad elettroni. Insieme, tra gli altri, a DS, Jaguar, Mahindra e Renault.

Mercedes ha infatti annunciato un riposizionamento strategico delle proprie attività di motorsport: l’azienda concluderà la sua partecipazione al DTM alla fine del 2018 per entrare in Formula E nella stagione 2019/2020. Questo nuovo approccio vedrà Mercedes-Benz competere agli estremi delle discipline motoristiche: in Formula 1, considerata universalmente il top per tecnologia e la sfida competitiva e la Formula E, che incorpora naturalmente la trasformazione che è in corso nel settore automobilistico. Dal 1988, anno di nascita del DTM, in 26 stagioni la Mercedes-Benz ha vinto 10 titoli piloti, 13 titoli squadra e sei titoli produttore (DTM + ITC combinato), grazie a 183 vittorie, 128 pole position e 540 podi.

Ma la mobilità elettrica è ormai di importanza strategica per Mercedes,  e questa non farà che aumentare in futuro. La Formula E offre una piattaforma ideale sulla quale per dimostrare la competitività della Casa, ed il palcoscenico offerto da questo campionato è indubbiamente allettante. “Mercedes-Benz commercializzerà nel prossimo futuro veicoli elettrici con il brand dedicato EQ,” ha spiegato il Vice Presidente del Marketing di Mercedes-Benz. “La Formula E è un passo significativo per dimostrare le prestazioni della nostra tecnologia, oltre a far nascere e crescere la passione per il marchio EQ.”

Toto Wolff, il responsabile del motor sport della casa di Stoccarda, ha le idee chiare: “Vogliamo continuare ad  essere il punto di riferimento nel segmento premium grazie anche all’innovazione che saremo capaci di implementare. E la combinazione di Formula 1 e Formula E è quella ideale.”

La Formula E è come un’eccitante start-up…

…è la competizione che di fatto promuove le tecnologie attuali e soprattutto quelle future. L’elettrificazione sta arrivando sulle vetture stradali e la Formula E offre ai produttori una piattaforma intrigante per mostrare l’innovazione al pubblico. E arrivando a competere nel 2019,abbiamo il tempo di prepararci al meglio.”

Nelle parole del fondatore ed amministratore delegato della Formula E,  Alejandro Agag, si evince una notevole soddisfazione: “Questo passo di Mercedes dimostra quanto il mondo stia cambiando, non solo negli sport motoristici, ma nell’intera industria automobilistica… e la Formula E è il campionato che racchiude in sé che il cambiamento”. Chissà, se non fosse esploso lo scandalo dieselgate e suoi derivati, se il desiderio di formula E sarebbe stato intenso come quello che stiamo conoscendo…

Ti potrebbe anche interessare...