L’auto è ancora uno status symbol?

Viviamo in un mondo dove i giovani puntano allo smartphone nuovo, cercano il costoso giocattolino tecnologico come lo smartwatch, gli occhiali da sole all’ultima moda, la televisione a schermo led e curvo. Che fine sta facendo l’idea dell’automobile come status symbol? Una volta era la maggioranza della popolazione italiana, a volere che l’auto fosse un emblema del proprio status sociale, delle proprie passioni e del proprio modo di essere. A oggi, secondo una recente ricerca di Autoscout24, condotta a livello europeo, la percentuale è da noi scesa al 46.5%. Nel Paese della Ferrari e della Fiat, sembra quasi un controsenso. Per quanto il fascino dell’ideale rimanga, è in evidente calo.

Il lato positivo di questa ricerca, è che per quanto sia evidente come l’auto venga sempre di più vista semplicemente come un mezzo di trasporto, in piacere di guida è ancora valutato come un parametro determinante (89%) tra coloro che reputano l’auto come uno specchio delle proprie passioni e del proprio status sociale ed economico. La percentuale scende al 69% quando non si è più interessati a mostrarsi attraverso la carrozzeria della propria vettura.

Vero è comunque che, di questo passo, l’auto sta perdendo sempre di più il suo fascino iconico: O forse si sta andando a concentrare sull’extralusso e sulle particolarità dell’ibrido o dell’innovazione tecnologica.

Ti potrebbe anche interessare...