Hyundai: richiamo 88 mila auto, rischio cortocircuito in impianto freni

Importante azione di richiamo per Hyundai, che si vede costretta a riportare in officina 88mila auto, colpite da un rischio di incendio. Trattasi del possibile cortocircuito all’interno dell’impianto dei freni. La notizia arriva da Detroit, sede statunitense dell’azienda,già che le auto coinvolte sono negli USA. L’azienda sudcoreana comunica che il difetto riguarda alcuni modelli di Sonata prodotti nel 2006, e le Azeras che sono uscite di fabbrica dal 2006 al 2011. Un lungo lasso di tempo, che ha messo in strada non poche vetture a rischio.

Secondo quanto descritto dall’azienda, l’acqua è a rischio infiltrazione nel sistema dell’impianto frenante, con il conseguente rischio di cortocircuito sulle connessioni elettriche. Ne viene di conseguenza che il problema può avere luogo anche ad auto ferma e a motore spento. Le auto richiamate riceveranno un intervento di modifica con relay elettrico.

Il richiamo e la manutenzione costante: cosa insegna questo episodio di Hyundai

I richiami sono un sinonimo di quanto una azienda sia pronta e precisa a correggere elementi erronei che non emergono nemmeno nelle fasi di test, ma solamente sui lunghi chilometraggi di utilizzo standard. In abbinamento a una manutenzione costante, effettuata presso i migliori centri sul territorio italiano, si comprende facilmente anche quanto eventuali difetti di fabbrica possano emergere più facilmente, e quindi quanto si possano segnalare all’azienda produttrice.

Sebbene in Italia e in Europa non siano attualmente segnalati questo genere di difetti sulle auto qui vendute da Hyundai, desideriamo segnalare la pagina dedicata sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riportante un elenco aggiornato periodicamente degli eventi di richiamo effettuati dai brand commercializzati sul nostro territorio nazionale.

Per essere sempre informati e viaggiare sicuri.

Ti potrebbe anche interessare...