Hyundai presenta il primo airbag dedicato ai tetti panoramici

Gli airbag sono un elemento salvavita, si sa. Basta pensare all’enorme riduzione di mortalità da quando sono stati resi un elemento obbligatorio all’interno delle vetture, al pari delle cinture di sicurezza. Il Gruppo Hyundai ora, con 11 brevetti, ha presentato qualcosa di inedito per il mercato automotive, con l’intenzione di renderlo uno standard sulle sue vetture: l’airbag per auto con tetti apribili e panoramici.

Pensato principalmente per le vetture Suv, l’accessorio di sicurezza risponde all’esigenza di proteggere i passeggeri in caso di ribaltamento della vettura. Ferite e fuoriuscite dei passeggeri stessi vogliono così essere ridotte al minimo, già che forma un cuscinetto con il tetto chiuso e una barriera in caso di tetto aperto. Il cuscino dell’airbag, composto da diverse camere d’aria,si gonfia in 0.08 secondi, grazie al collegamento con appositi sensori di ribaltamento. L’apertura va dalla parte posteriore a quella anteriore ed è integrato nel bordo del tetto, in maniera similare agli airbag a tendina.

Dicevamo, undici brevetti. Tanti sono quelli che sono stati depositati dopo il superamento di tutti i collaudi necessari per consentire la produzione in serie di questo elemento. Una vera e propria svolta nel settore sicurezza automobilistica, già che si tratta di un sistema che nessun altro ha ancora sviluppato. D’altronde, l’esigenza è diventata evidente a fronte degli ultimi studi di mercato: le stime relative al mercato americano vedono in crescita la diffusione dei tetti panoramici sia apribili che fissi, per cui dal 2015 alla previsione per il 2022, stando all’incremento attuale, si andrà a un +11%. Questo poiché cresce sempre di più il mercato dei suv, su cui questa tipologia di tetto è molto diffusa.

I sistemi di sicurezza che vengono montati sulle auto in fase di configurazione, così come la loro corretta manutenzione, sono parte integrante dei viaggi di tutti i giorni: con l’imprevisto sempre dietro l’angolo, disporre di maggiori sistemi di protezione è indubbiamente un fattore positivo. Chissà cosa cambierà, ora, con questa nuova configurazione.

Ti potrebbe anche interessare...