Gennaio fa ripartire a due cifre il mercato usato

Il primo mese di quest’anno si è chiuso con un importante incremento di passaggi di proprietà, rispetto a quello dell’anno scorso, all’interno del mercato usato auto. Sarà che, in confronto al gennaio del 2017, in questo 2018 si è visto un giorno lavorativo in più (e quindi più tempo per le gestioni burocratiche). Passaggi di proprietà e minivolture (quelle dedicate, a titolo temporaneo, a nome del concessionario nell’attesa della rivendita al cliente finale) hanno registrato in totale una variazione del +13.7%. A netto, a gennaio si sono vendute 164 auto usate ogni 100 nuove.

Sono cresciute di gran numero anche le azioni di radiazione: in termini di autovetture, si parla del +34.4% rispetto a gennaio 2017, complici le circa 30.000 radiazioni effettuate d’ufficio per conto della Regione Lazio (con demolizioni in crescita dell’8% ed esportazioni del 19% circa). Non mancano anche le radiazioni di due ruote: i motocicli eliminati dal Pra sono stati l’86.5% in più rispetto al medesimo mese dell’anno passato.

Questi numeri devono essere, come spesso accade, interpretati: si radiano auto nelle fasi di sostituzione o esportazione del veicolo, e si acquista l’usato in maniera più coscienziosa,cercando comunque il risparmio per veicoli più moderni. A volte si rimpiazza col nuovo e a volte con un usato di qualità, passando spesso da concessionari che possono offrire servizi extra. Ma una cosa accomuna tutto il mercato dell’usato: per mantenere al meglio il valore dell’auto, occorre avere effettuato sempre la manutenzione corretta, con relative documentazioni ove necessario (revisioni, collaudi, interventi di cambio pneumatici e altro, come si sa).

Ti potrebbe anche interessare...