Formula 1 2019: novità e calendario

Noi comuni mortali controlliamo che le gomme siano a posto, che il serbatoio sia pieno, che tutti i sistemi della nostra macchina siano a posto… Ma giustamente qualcun altro guarda avanti alle stagioni di motorsport, come ha fatto la FIA per la Formula 1 2019, introducendo alcune novità sul regolamento e deliberando il nuovo calendario di gare. Si tratta di variazioni sportive e tecniche di basso profilo,che limano alcune difficoltà emerse in questa stagione.

Novità tecniche in Formula 1

Le monoposto che abbiamo conosciuto quest’anno subiranno pochissime modifiche per quanto riguarda il comparto tecnico. Sono solo alcuni dettagli, come il posizionamento degli specchietti posteriori spostati per migliorare la visibilità o il led di posizione inserito non solo sull’alettone posteriore ma anche sull’anteriore, per migliorare la visibilità, le introduzioni più significative. Piccole modiche verranno dettagliate anche per il sistema dell’Halo, per facilitare l’estrazione del pilota in caso di incidente.

Novità del regolamento sportivo

Anche in questo caso si segnalano poche novità. Dall’anno prossimo,dopo il regime di safety car, le vetture in coda potranno iniziare la manovra di sorpasso dopo il superamento della linea di traguardo (e non prima, a patto che il sorpasso effettivo avvenisse dopo). Continuerà a sventolare la bandiera a scacchi a fine gara, ma verràintrodotto anche un pannello luminoso dalla medesima estetica, allo scopo di migliorare la visibilità del segnale per i piloti. Invariati per il momento i tempi tecnici di lavoro per i meccanici: almeno per adesso, già che avranno un’ora in meno a partire dal 2020.

Il calendario 2019 di Formula 1

È stato presentato e approvato anche il nuovo calendario. 21 le gare previste in giro per il mondo. 11 di queste si terranno in Europa, 5 in Asia, 4 tra nord e sud America e 1 in Australia. Si parte proprio da lì, il 17 marzo 2019 con la pista di Melbourne, e si chiude l’1 dicembre ad Abu Dhabi.

17 marzo – Australia, Melbourne
31 marzo – Bahrain, Sakhir
14 aprile – Cina, Shanghai
28 aprile – Azerbaijan, Baku
12 maggio – Spagna, Barcelona
26 maggio – Monaco, Monte Carlo
9 giugno – Canada, Montréal
23 giugno – Francia, Le Castellet
30 giugno – Austria, Spielberg
14 luglio – Gran Bretagna, Silverstone
28 luglio – Germania, Hockenheim
4 agosto – Ungheria, Budapest
1 settembre – Belgio, Spa
8 settembre – Italia, Monza
22 settembre – Singapore
29 settembre – Russia, Sochi
13 ottobre – Giappone, Suzuka
27 ottobre – Messico, Città del Messico
3 novembre – Usa, Austin
17 novembre – Brasile, Interlagos
1 dicembre – Abu Dhabi, Yas Marina

Ti potrebbe anche interessare...