Il costo dei dazi di Trump sull’industria dell’auto

  • Il costo dei dazi di Trump sull'industria dell'auto

In un fragile momento industriale è ovvio farsi una domanda: quanto costerebbero i dazi industriali posti dal Presidente USA Trump? Troppo. La minaccia statunitense di imporre dazi fino al 25% sui veicoli dedicati al trasporto passeggeri che vengono importati in USA costerebbe ben caro ai consumatori americani: circa 5.800 dollari per veicolo. A dirlo è l’associazione delle case automobilistiche USA, che comprende anche Toyota e Volkswagen. Forti elementi di mercato statunitense, che sicuramente prestano particolare attenzione alla faccenda. Lo studio verrà a breve presentato per intero al Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, ma la portavoce Gloria Bergquist è piuttosto lapidaria in merito:

In tutta la nazione, questa tariffa colpirebbe i consumatori americani con una tassa enorme e questo annullerebbe in gran parte i benefici dei tagli fiscali.

Inoltre, per i consumatori sarebbe anche più elevato il costo dei ricambi, e quindi della manutenzione del veicolo. Questo sarebbe valevole non solo per Case completamente estranee all’ambiente USA, ma anche per quelle statunitensi che hanno delocalizzato la produzione oltre i confini dell’unione…

Un’arma indubbiamente a doppio taglio. Chi si ferirà di più?

La reazione europea ai dazi di Trump

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, sta all’opposto preparando un’offerta d’accordo importante,a suo dire, in grado di indurre Trump a rinunciare all’intenzione dei dazi con il Vecchio Continente. L’idea potrebbe anche essere di allargare l’accordo ad altri Paesi, come Giappone e Corea del Sud, in maniera da rendere il dialogo ancora più appetibile. Chissà se una correzione di rotta potrà avvenire durante l’estate, prima che la situazione raggiunge il punto di non ritorno.

Ti potrebbe anche interessare...