Camion a emissioni zero? È possibile, con l’americana Nikola

Sono molti i motivi per cui le emissioni di polveri sottili ed elementi inquinanti sono uno dei maggiori problemi dell’aria che respiriamo tutti i giorni. Quelle prodotte dai mezzi pesanti sono spesso additate come un fattore più che importante: se alcuni chiedono più tempo per adattarsi, mentre altri additano proprio l’autotrazione come gran colpevole, e in parecchi si impegnano con la manutenzione dei veicoli affinché restino il più puliti ed efficienti possibile, c’è chi risolve il problema alla radice. Basta avere una motrice a zero emissioni per poter mantenere i trasporti su ruota alla massima efficienza e, contemporaneamente, al massimo rispetto dell’ambiente.

L’azienda Nikola ha preparato due camion con trazione elettrica e alimentazione a idrogeno, con previsione di lanciarli sul mercato per il 2021, la cui autonomia stimata sarebbe di 2000 km grazie allo sviluppo in collaborazione con la specialista Bosch. Con soli 15 minuti di pieno e una notevole capacità di traino, considerando i 1000 CV e la coppia da 2.712 Nm, i camion Nikola One e Nikola Two voglio segnare la fine del diesel per quanto concerne almeno il trasporto delle merci. Secondo le prime valutazioni, i costi di esercizio di queste vetture verrebbero ridotti di due terzi, con un incremento di circa il doppio della percorrenza a parità di energia utilizzata.

Una rivoluzione, con il cuore del sistema elettrico nominato Bosch eAxle, una piattaforma modulare in grado di compattare in minore spazio gli ingombri necessari. Le batterie sono alimentate da un enorme fuel cell che prende energia dall’idrogeno conservato in uno speciale serbatoio. Scarico? Vapore acqueo. Il dubbio (momentaneo) dei tecnici stradali riguarda le dimensioni: per il momento, infatti, la motrice è lunga circa un terzo oltre il consentito, per lunghezza totale della motrice più rimorchio, cosa che comporterebbe una non legalità della cosa. Ma c’è da dire che la rivoluzione potrebbe essere tale da valere una variazione legislativa in merito, qualora non si riducessero gli spazi nel frattempo, no?

Ti potrebbe anche interessare...