Australia: l’auto solare segna il record di minimo consumo

In un mondo in cui la ricerca tecnica non vuole fermarsi, anche se qualcuno registra brucianti sconfitte morali ed economiche, altri settori vanno avanti. È il caso della ricerca sull’auto solare, costruita  a partire dal progetto di studenti universitari australiani. La sfida consisteva nell’attraversare il continente per 4100 km e consumare il meno possibile. Meno di qualsiasi altra vettura. Così VIolet, quattro porte a energia solare, facente parte del progetto Sunswift dell’University of New South Wales, è partita da Perth arrivando sino a Sydney,in un viaggio durato dal primo giorno di dicembre sino al pomeriggio del 7.

Impressionante il consumo: 40 dollari australiani corrispondono a 25 euro in energia, con una media oraria di 85 km/h e una percorrenza di 650 chilometri al giorno. Il preside della facoltà di ingegneria dell’ateneo, Mark Hoffman,commenta così l’avventura dei suoi studenti:

L’energia consumata è stata circa 17 volte meno di una normale auto passeggeri che percorresse la stessa distanza […] È un’auto che porta tre passeggeri più il conducente, e non è nemmeno scomoda per viaggiare.

Composta da studenti di varie materie, tra cui design industriale, ingegneria e business, la squadra vincente ha all’attivo diversi record e traguardi importanti. Ha partecipato a varie edizioni della manifestazione World Solar Challenge, competizione per auto a energia solare che si tiene dal 2013 e attraversa il continente australiano per una percorrenza di oltre 3mila chilometri. L’importanza di queste ricerche ,e anche di queste gare, è cruciale: lo sviluppo per l’ecosostenibilità passa su questa strade e per queste menti, che con l’auto solare potrebbero portare davvero, negli anni a venire – e impossibile quantificare quando – un cambiamento radicale nella mobilità. Nel mentre, non si fermano gli studi sull’elettrica e le evoluzioni dei nostri attuali motori.

Ti potrebbe anche interessare...