Apple Car: sensori migliorati per le guide in caso di pioggia

Ne avevamo parlato non molto tempo fa, di alcune delle limitazioni che le auto a guida autonoma presentano in caso di fondi bagnati o con ghiaccio. I sensori erano limitati anche nella percezione di ostacoli sulla strada, se in presenza proprio di qualche goccia di pioggia. Un fortissimo limite alla sicurezza. Ma a quanto pare, la Apple Car è sulla via giusta per risolvere questo importante problema. Stando alle ultime notizie che arrivano dalla Mela gli ultimi sensori sono già in grado di funzionare e riconoscere ostacoli, come altre auto o pedoni, anche in presenza di gocce di pioggia sulle videocamere. Un importante passo avanti.

Stando alle notizie, riportate dalla stampa specializzata statunitense, questo miglioramento sarebbe dovuto agli algoritmi di machine learning che permettono al software di automigliorarsi. Ovvero se capisce di avere una mancanza, trova il modo per colmarla, sfruttando tutte le potenzialità dei dispositivi hardware equipaggiati. Tim Cook ritiene che ormai lo sviluppo di software affidabili per la guida autonoma sia la base per le vere intelligenze artificiali. D’altronde non è affatto distante dalla realtà.

Una vettura in grado di imparare che dietro un’auto ferma posteggiata può nascondersi un pedone pronto ad attraversare la strada, è un’auto in grado, potenzialmente, anche di prevenire quell’incidente. In sostanza il “trucco” sta nel cercare di insegnare alla macchina a rendersi autonoma nell’apprendimento dell’errore umano. Una vettura programmata non uscirebbe mai senza motivo da un percorso preimpostato, mentre un essere umano… Sì.

Non si hanno notizie invece sui sensori per le condizioni dell’asfalto (e quindi quanto strettamente concerne la capacità di capire se il fondo stradale è bagnato, innevato o coperto di ghiaccio). Certo è che anche quello è un parametro che deve essere migliorato. La strada per andare a lavoro leggendo il giornale mentre l’auto si guida da sola si direbbe ancora molto lunga, per cui vale la pena continuare a mantenere al meglio le nostre auto attuali…

Ti potrebbe anche interessare...